La costiera amalfitana è un luogo meraviglioso soprattutto d’estate. Turisti provenienti da tutto il mondo, visitano questi luoghi ricchi di fascino dove la natura è la protagonista indiscussa.

Nonostante questi luoghi siano incantevoli, la magia si spezza quando si pensa alle lunghe code di traffico e al caos che spesso attanaglia la costiera soprattutto durante i ponti  e i weekend d’estate. 

La bellezza incontaminata di questa zona, il mare, la buona cucina locale e tanto altro ancora, sono solo alcuni degli elementi che vedono nella costiera una meta da non perdere e da visitare assolutamente.

Ogni anno molteplici persone per visitare la Costiera Amalfitana, scelgono la formula del noleggio bus con conducente per la praticità con la quale si raggiunge senza problemi di viabilità, di traffico e di stress da parcheggio. Grazie infatti a questa soluzione è possibile godersi il viaggio fin dal suo inizio e ovviando a tanti problemi che invece sorgerebbero con la scelta di un mezzo di trasporto personale.

Ma proprio per chi viaggia in bus ci sono grandi novità e alcune limitazioni che è bene conoscere entrate in vigore proprio quest’anno.

Un problema risolto!

Per ovviare all’annoso problema che attanaglia la costiera e di cui abbiamo raccontato, la giunta comunale durante una riunione svoltasi presso la prefettura di Salerno, in cui erano presenti questori, sindaci dei vari comuni,  hanno varato un’ ordinanza entrata in vigore il 14 aprile e che proseguirà fino al 3 novembre, in cui si vieta in queste zone il transito ai bus superiori agli 8 metri di lunghezza durante il weekend lungo la statale 163.

Una decisione, voluta per snellire il traffico, che soprattutto durante il weekend è veramente intenso.

Inoltre per far rispettare questa ordinanza, il comune ha istituito dei fondi per assumere ausiliari al traffico, personale qualificato che presta il proprio servizio proprio durante i periodi in cui c’è maggiore affluenza. Un fattore molto importante questo, che vede la costiera più vivibile e un maggiore tasso di occupazione.