Quando si parla di mezzi su strada bisogna parlare sempre di sicurezza ma soprattutto di manutenzione. Un bus per essere efficiente, sicuro, e per affrontare  un viaggio deve essere periodicamente controllato affinchè durante le sue corse non ci siano problemi di alcun tipo. Uno degli elementi che va costantemente controllato sono sicuramente i pneumatici.I pneumatici devono essere sempre nel loro stato ottimale e questo per una questione di sicurezza per l’autista, per i suoi passeggeri e per la sicurezza di chi incontra lungo il suo percorso.

 La paura più grande

Lo sapete qual è la paura più frequente di chi guida un bus? E’ proprio quella di bucare un pneumatico. Oltre a questo timore ne scaturisce poi subito un altro e cioè quello di  doverlo sostituire magari  in condizioni meteorologiche difficili che  può rendere il tutto davvero pericoloso. Insomma abbiamo sottolineato questo per farvi capire l’importanza di avere una buona manutenzione del mezzo e soprattutto del buono  stato dei pneumatici.

Grandi novità

Per far fronte alle paure di chi guida la grande azienda di pneumatici Bridgestone ha ideato un nuovo pneumatico ancora più resistente il Driveguard, una  gomma con una mescola davvero speciale in grado di resistere a forature e tagli laterali.

Grazie a questa nuova composizione, questo pneumatico riesce a resistere  in caso di completa perdita di pressione e  consente all’automobilista di guidare in sicurezza per 80 km, a una velocità massima di 80 km/h. Che dire niente male, se pensiamo che, negli ultimi 4 anni, il 60% degli automobilisti in Europa hanno bucato almeno una volta a causa di oggetti contundenti oppure di buche.  La rivoluzione indetta da  Bridgestone consentirà  dunque non solo di risparmiare sulle spese di riparazione del pneumatico,ma proprio sulla sicurezza e sicuramente limiterà la grande paura degli  autisti di cui precedentemente abbiamo accennato.

Driveguard

Ma cerchiamo di saperne di più su questo nuovo modello. Driveguard, il pneumatico in circolazione da meno di un anno ha un costo del 15/20% circa in più rispetto ad un  pneumatico tradizionale, ma si sa visto la sua indistruttibilità la spesa è ampiamente giustificata. Oltre a questo modello la casa madre è al lavoro anche per realizzare la variante invernale con la quale sarà possibile viaggiare pure con condizioni climatiche avverse. Insomma questo nuovo modello riesce a superare ampiamente le aspettative di ciò che si desidera da un pneumatico.