di Chiara Scaramella

Con l’avvento dei social media è avvenuto un vero e proprio stravolgimento nel mondo del lavoro: tante figure professionali sono state completamente modificate, altre create dal nulla.

Passando dal settore della moda e arrivando a quello del travel, ormai i principali trend del momento prendono vita proprio tramite la condivisione di eventi e foto sugli account social.

I Millennials ed il turismo enogastronomico

Anche nel settore del turismo enogastronomico i social media hanno portato ad una forte modificazione del target: mentre, prima del boom, il turista enogastronomico era generalmente un adulto benestante, oggi sono sempre di più giovani che si affacciano a questo mondo. Si stima che, in Italia, la percentuale di Millennials, ovvero dei nati tra il 1980 ed il 2000, che svolge attività di questo tipo si aggiri intorno al 46%.

Questa tendenza nasce dall’esigenza di conoscere luoghi e tradizioni attraverso incontri e usanze culinarie.

Il ruolo dei social

Le mete, i ristoranti ed i luoghi prediletti dai Millennials vengono scelti prevalentemente, come detto, attraverso la condivisione sui social media: questo perché, oltre che di mete interessanti, i giovani sono alla ricerca di posti dove socializzare, dove si svolgono eventi di aggregazione e social eating.

Le analisi statistiche rivelano, infatti, che ben il 62% dei Millennials ricerca esperienze di aggregazione, prediligendo locali molto frequentati con lo scopo di fare nuove conoscenze.

I ristoranti preferiti dai Millennials

Alla base delle scelte della “generazione social” c’è sempre la condivisione mediatica, per cui i prediletti sono i luoghi “social” ed “instagrammabili”. Molto di tendenza, ad esempio, sono i ristoranti etnici, che permettono di gustare piatti colorati e particolari appartenenti a tradizioni di luoghi lontani (le statistiche rivelano che si tratta di esperienze desiderate dal 79% dei Millennials).

Inoltre, sebbene il cibo di strada sia un evergreen, la cucina gourmet, probabilmente anche grazie alla moltitudine di programmi televisivi che la sponsorizzano, sta diventando sempre più popolare e di tendenza: si stima, in effetti, che ben il 62% dei Millennials abbia il desiderio di provare la cucina stellata.

Le nuove associazioni viaggio-cultura-cucina, tratto distintivo delle nuove generazioni, vanno sicuramente monitorate ed analizzate per poter prevedere, di anno in anno, i movimenti del mercato del turismo enogastronomico, così da trarne nuove opportunità lavorative e culturali.