Consigli per viaggiare con i bambini in autobus

Chi l’ha detto che viaggiare con bambini è impossibile? Solo un genitore sa quanto sia faticoso affrontare la sfida di tutti i giorni nel crescere il proprio figlio, quindi le meritate vacanze dopo un anno di sacrifici sono di obbligo per una famiglia che per ricaricarsi decide di affrontare una vacanza e partire per raggiungere la meta desiderata, magari scegliendo l’autobus come mezzo di trasporto.

Non lasciateci dai nonni

E’ possibile dunque affrontare un viaggio con i bambini senza lasciarli a casa dai nonni (che ringraziano vivamente). Potrebbe risultare più difficoltoso ma non impossibile soprattutto se si seguono poche ed efficaci regole, tutto sarà sicuramente possibile. Regole che possono variare a seconda dell’età dei bambini. Per tutti però è preferibile scegliere viaggi non troppo lunghi, si sa che trattenere i bambini seduti per tempi prolungati è faticosissimo.

Una scelta vincente risulta quella di far sedere i piccoli accanto al finestrino, il continuo cambiamento di paesaggio infatti può stimolarne la curiosità e di conseguenza intrattenere il bambino per gran parte del tempo del viaggio; portare con sé acqua e snack vari (preferibilmente non molto salati e nemmeno quelli a prova di macchia).

Altro fattore è quello dell’abbigliamento, come è consigliato anche al viaggiatore adulto, è importante un vestiario comodo e pratico affinché il bambino possa muoversi con facilità e soprattutto, fondamentale, una giacca e una pashmina, visto la presenza dell’aria condizionata (che all’occorrenza può anche essere spenta).

Infine una scelta vincente sarà sicuramente portare da parte dei genitori degli intrattenimenti per i bimbi qualora il paesaggio da solo non bastasse, quindi molto graditi sono i giochi presenti su tablet, libri e musica per i più grandi di età.