Grandi novità in casa Elon Musk, l’azienda di trasporti specializzata nella creazione di camion lo scorso novembre ha presentato durante un grande evento tenutosi ad Hawthorne, poco distante da Los Angeles,  il nuovo camion elettrico firmato Tesla dal nome Semi.

La parola significa semi sta ad indicare “autoarticolato, TIR” nello slang americano.Questo mezzo è stato fortemente voluto dall’azienda Musk  che mira ad  attirare nuovi investimenti e clienti, interessati ad aggiornare le loro flotte con veicoli commerciali che possano circolare senza limitazioni, anche nei centri urbani dove è impedito il passaggio ai tradizionali e inquinanti camion.

Il nuovo veicolo sarà messo in vendita nel 2019, ma sta già facendo discutere analisti, investitori e semplici appassionati delle iniziative commerciali di Musk.

Caratteristiche

Nel design e nelle funzionalità, i nuovi camion ricordano le Tesla già presenti sul mercato da tempo, ma la grande novità di questi nuovi automezzi riguardano le dimensioni che sono decisamente più grandi e potenti, progettati per trasportare fino a 36 tonnellate di carico.

Il design di questo nuovo camion è decisamente accattivante e sta facendo parlare già molto di se. Partiamo dal muso che si presenta con una forma allungata e stretta  e questo per essere più aerodinamico,  è dotata di  una cabina più piccola rispetto a quelle dei tradizionali camion, ma comunque spaziosa grazie alla minore quantità di strumentazioni di bordo. Il sedile del guidatore è inoltre collocato al centro e non su uno dei due lati della cabina. Questa scelta fa si che si possa avere una visuale più completa sulla strada e, al tempo stesso, consente a Tesla di produrre una sola versione del suo camion, utilizzabile sia nei paesi dove si guida tenendo la destra, sia in quelli dove si viaggia sulla parte sinistra della strada.

Un’altra caratteristica riguarda il sedile per il passeggero, nella parte posteriore della cabina infatti è messo fuori asse rispetto a quello del guidatore.

Non esiste  inoltre un vero e proprio cruscotto sul nuovo Tesla Semi: il guidatore potrà vedere tutte le informazioni su due grandi touch screen, situati ai lati del volante. Gli schermi mostrano la velocità a cui si sta viaggiando, la distanza percorsa, lo stato dei motori e delle batterie, una mappa con il percorso che si sta seguendo e le immagini riprese dalle videocamere, montate sugli specchi retrovisori del camion e nella sua parte frontale, sotto al parabrezza. Oltre ad aiutare chi guida a prendere dimestichezza con il sedile al centro, le telecamere lavorano insieme agli altri sensori di navigazione del camion per la guida con il pilota automatico, come sulle automobili Tesla.

Insomma tesla mini rivoluzionerà il mondo dei trasporti pesanti . Su questo ne siamo certi!